Trentennale della Scuola Endocrino-Metabolica di Verona

  from 9/29/17 to 9/30/17.
L’aumentata incidenza di patologie tipicamente legate alla “società del benessere” e il sempre più diffuso ricorso all’assistenza sanitaria ha fatto lievitare negli ultimi 30 anni l’interesse per una serie di entità cliniche che un tempo erano considerate di secondo piano. Inoltre, lo sviluppo dell’epidemiologia in tutti i campi della medicina ha contribuito a far comprendere quanto frequentemente le malattie endocrine e metaboliche si presentino e di conseguenza quanto incidano sullo stato di salute di milioni di cittadini italiani contribuendo in maniera rilevante alla spesa sanitaria del nostro Paese.

In questo momento più della metà dei cittadini italiani presenta una o più patologie di ambito endocrino o metabolico. Basta pensare alla diffusione dell’obesità (15%), del diabete (6%), delle dislipidemie (20-25%), della patologia nodulare tiroidea (20-25%), delle disfunzioni tiroidee (5-10%), della policistosi ovarica (5-10%), dell’osteoporosi (20-25%). Tale diffusione rende necessario formare e aggiornare numerosi specialisti ed esperti che operano nelle strutture ospedaliere e territoriali per assistere le persone affette.

Il presente convegno, che è anche l’occasione per celebrare il trentennale della scuola di diabetologia ed endocrinologia di Verona che ha diplomato centinaia di specialisti dal 1987 ad oggi, è suddiviso in 4 sessioni che includono relazioni sui temi clinici più attuali dell’area endocrino-metabolica, con una particolare attenzione anche ad alcuni aspetti nella gestione del diabete dal punto di vista normativo ed organizzativo. L’obiettivo è fornire spunti di riflessione e linee di indirizzo e disseminare linee guida al fine di affrontare al meglio la complessità assistenziale del diabete e delle patologie correlate e di numerose altre frequenti patologie endocrino-metaboliche. 

Attachments



Organisation

Department facilities