Sections

Infectious Disease Section
La Sezione di Malattie Infettive è una struttura universitaria ed ospedaliera che svolge attività clinica, didattica e di ricerca.
Attività clinica: si articola sui due nosocomi di cui è costituita l’Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di Verona. Presso il polo di Borgo Roma si concentrano le attività ambulatoriali e di Day Hospital prevalentemente rivolte alla diagnosi e cura dell’infezione da HIV/AIDS, epatiti virali e tubercolosi, nonché il centro anti-rabbico. Nel medesimo polo si trova il reparto di degenza ed è attivo un servizio di consulenza di malattie infettive destinato a tutti gli altri reparti/ambulatori/day hospital. Presso il polo di Borgo Trento sono attivi gli ambulatori per la cura delle osteomieliti/spondilodisciti, delle infezioni secondarie a trapianto di organo solido e per la diagnosi e cura delle infezioni materno-infantili, nonché un servizio di consulenza di malattie infettive destinato a tutti i reparti/ambulatori/day hospital attivi presso questo nosocomio. Fa capo alla sezione di Malattie Infettive anche l’Osservatorio Epidemiologico.
Attività didattica: è rivolta sia agli studenti del Corso di Laurea Magistrale in Medicina e Chirurgia che ad altri corsi triennali quali quello delle Professioni Sanitarie Infermieristiche ed Ostetriche (polo di Verona, Vicenza e Legnago). Presso la Sezione di Malattie Infettive è inoltre attiva la Scuola di Specializzazione in Malattie Infettive e l’insegnamento di malattie infettive è parte integrante della attività formativa di numerose altre scuole di specialità attive presso l’Università di Verona.  L’attività didattica è presente anche nella Scuola di Dottorato in Scienze della Vita e della Salute, corso di Dottorato in Scienze Applicate della Vita e della Salute.
Attività di ricerca: definizione epidemiologica delle infezioni sostenute da germi Gram negativi multi-antibiotico resistenti (con particolare riferimento ai produttori di carbapenemasi); epidemiologia delle infezioni da Candida spp.; Aspergillosi polmonare cronica; terapia dell’infezione da HIV; immunologia e terapia della tubercolosi; validazione di test diagnostici per l’infezione da HIV, sifilide e altre malattie sessualmente trasmesse.
 
Microbiology Section
La Sezione di Microbiologia, già Istituto di Microbiologia (istituito nel 1985), è situata presso gli Istituti Biologici del polo didattico e scientifico di Borgo Roma. Il personale è composto da docenti (7), tecnici laureati (1) e personale tecnico e amministrativo (6). Dottorandi, specializzandi, assegnisti e borsisti sono coinvolti nelle diverse attività della Sezione. I docenti della Sezione gestiscono l’insegnamento di Microbiologia e di Microbiologia Clinica nei Corsi di Laurea Specialistica in Medicina e Chirurgia, in Odontoiatria, nei Corsi di Laurea triennali in Tecniche di Laboratorio Biomedico (sede di Verona e Rovereto), in Professioni Sanitarie Infermieristiche e Ostetriche (sede di Verona, Bolzano, Trento, Vicenza e Legnago), in Fisioterapia (sede di Verona, Vicenza e Rovereto), in Igiene Dentale (sede di Ala di Trento), in Tecniche di Fisiopatologia cardiocircolatoria e perfusione cardiovascolare (sede di Verona), nella Scuola di Specializzazione in Microbiologia e Virologia (Direttore: Prof. Pietro Canepari) e in altre Scuole di Specializzazione della Facoltà di Medicina. La Sezione si propone come punto di riferimento di formazione e di ricerche nell’ambito di tematiche che riguardano le discipline microbiologiche (batteriologia, virologia, micologia e parassitologia). Queste hanno come fine lo studio delle caratteristiche peculiari della composizione, struttura e fisiologia dei microrganismi (batteri, miceti, protozoi e virus) in relazione all’inizio e all’evoluzione delle malattie da infezione, all’azione dei farmaci antimicrobici, alla prevenzione delle malattie da infezione e alla diagnosi microbiologica. Tali tematiche trovano un maggiore approfondimento nell’indirizzo in Microbiologia di Base ed Applicata del Corso di Dottorato in Biomedicina Traslazionale (Coordinatore: Prof. Giuseppe Tridente) afferente alla Scuola di Dottorato in Scienze Biomediche Traslazionali. L’attività assistenziale, di primaria importanza per la ricerca e l’insegnamento, è svolta presso la struttura dell’Ospedale Policlinico e dell’Ospedale Civile Maggiore, ed è regolata dai rapporti convenzionali con l’Azienda Ospedaliera di Verona e con il Servizio Sanitario Nazionale.
Pathological Anatomy Section
Radiology Section
La SEZIONE DI RADIOLOGIA è composta da 1 Professore Ordinario, titolare della cattedra di Radiologia (settore scientifico disciplinare MED/36 – Diagnostica per immagini e Radioterapia), 3 Professori Associati, 1 Ricercatore, 4 tecnici di Radiologia. UBICAZIONE DELLA STRUTTURA: la sezione di Radiologia è situata al piano terra del Policlinico G.B. Rossi e si estende ai piani secondo e terzo del “satellite”, collocato in stretta contiguità. La sezione di Radiologia si estende su un’ampia area che comprende 10 sezioni di Radiodiagnostica tradizionale, 2 sezioni di Tomografia Computerizzata, 1 sezione di Risonanza Magnetica (che diventeranno 2 nel prossimo futuro), 5 sezioni di ecografia, studi, biblioteca, segreteria, aule per la didattica. ATTIVITA' DIDATTICHE: i docenti della sezione sono impegnati nel corso di laurea di Medicina e Chirurgia, di Odontoiatria e Protesi dentaria, di Tecniche di Radiologia per Immagini e Radioterapia. La sezione è inoltre sede della Scuola di specializzazione in Radiodiagnostica alla quale afferiscono circa 45 medici in formazione. I docenti della sezione sono inoltre impegnati in molti insegnamenti nelle altre Scuole di Specializzazione di area medica e chirurgica. La sezione di Radiologia ha sviluppato alcune ATTIVITA' DI RICERCA peculiari, che la rendono fra i centri italiani di riferimento per i diversi settori della Radiologia Diagnostica ed Interventistica: - Patologia del Pancreas - Patologia del Fegato - Patologia della Tiroide - Patologia del Rene - Sterilità Femminile - Patologia della Mammella: studio senologico completo con stereotassi delle lesioni sospette, procedure “mammotome”, citologie, biopsie guidate con mammografia, con ecografia e con Risonanza Magnetica - Cardio-TC: studio mediante TAC delle arterie del cuore - Ecografia con mezzo di contrasto - Trattamento endovascolare della patologia aneurismatica e steno-occlusiva vascolare - Trattamento endovascolare delle stenosi carotidee - Trattamento endovascolare della patologia neoplastica del fegato
Section of Epidemiology and Medical Statistics
Section of Hygiene and Preventive, Environmental and Occupational Medicine
Section of Legal and Occupational Medicine
Section of Pharmacology
Medicina del lavoro
La Sezione di Medicina del Lavoro, ubicata all’ottavo piano del Policlinico G. B. Rossi dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di Verona, è una struttura universitaria e ospedaliera che svolge attività clinica, didattica, di ricerca, di igiene industriale e analisi tossicologiche. Attività clinica: fornisce consulenze per tecnopatie rivolte a pazienti ospedalizzati o esterni, anche in regime di Day Hospital; esegue accertamenti sanitari e strumentali per il controllo della funzione visiva, uditiva, cardiologica e respiratoria anche effettuando test di stimolazione bronchiale; dispone di ambulatorio di allergologia. Offre consulenze nell’ambito della sorveglianza sanitaria alle aziende del territorio ai sensi del D. Lgs. 81/2008. E’ sede del “Centro per l’analisi dei rischi e delle patologie Psico-sociali di origine lavorativa” che svolge attività di valutazione, diagnosi e terapia per i soggetti che sviluppano disagio e patologie psico-sociali di possibile origine lavorativa residenti nella Regione Veneto e nelle regioni limitrofe; l’attività coinvolge diverse figure professionali quali medici del lavoro, psicologi clinici e psicologi del lavoro. Il “Centro” collabora con gli psichiatri dei Dipartimenti di Salute Mentale Territoriali e con gli SPISAL della Regione Veneto nella gestione dei singoli casi e nell’attività di formazione professionale degli operatori delle ULSS Collabora con il Registro Mesoteliomi del Veneto per il riconoscimento e la segnalazione di casi di mesotelioma di origine professionale. Gestione del Centro di campionamento pollini Verona 1, in collaborazione con la sezione di Igiene, Medicina preventiva, ambientale e occupazionale; il centro fa parte della rete nazionale AAITO per il monitoraggio dei dati pollinici nazionali e per la formulazione delle previsioni di fioritura pollinica delle piante responsabili di manifestazioni allergiche respiratorie. I dati pollinici sono un elemento imprescindibile per la valutazione della prevalenza delle allergopatie respiratorie ambulatoriali e negli studi di ricerca della fenotipizzazione delle malattie allergiche respiratorie, come il progetto GEIRD, che coinvolge casi-controlli scelti nella popolazione generale. Attività didattica: l’attività didattica si esprime con insegnamenti di Medicina del Lavoro per molteplici corsi di Laurea sia professionalizzanti che Specialistici. Partecipa inoltre alla didattica di varie Scuole di Specializzazione e di più Dottorati di ricerca. Attività di ricerca: • Definizione dei valori di riferimento di sostanze xenobiotiche e/o loro metaboliti in fluidi e tessuti biologici. • Partecipazione al progetto della Regione Veneto per lo studio degli effetti delle nanoparticelle antropogeniche ingegnerizzate su sistemi cellulari e su organismi animali. • Partecipazione a un progetto di studio riguardante la prevalenza di patologie respiratorie in lavoratori esposti professionalmente a polveri di farina. Saranno valutate, oltre ai tradizionali parametri di funzione respiratoria (spirometria, test alla metacolina, prove allergologiche) anche indagini non invasive mirate allo studio dell’infiammazione bronchiale (FeNO, condensato esalato, temperatura dell’aria esalata) in relazione con i vari fenotipi allergici (sensibilizzazione asintomatica, rinite, asma, dermatite allergica). • Partecipazione ad un progetto di studio riguardante la prevalenza di patologie respiratorie in lavoratori esposti professionalmente a polveri di farina. Saranno valutate, oltre ai tradizionali parametri di funzione respiratoria (spirometria, test di stimolazione con metacolina o test di broncodilatazione, prove allergologiche) anche indagini non invasive mirate allo studio dell’infiammazione bronchiale (FeNO, condensato esalato, temperatura dell’aria esalata) in relazione con i i vari fenotipi allergici (sensibilizzazione asintomatica, rinite, asma, dermatite allergica). • Un progetto di studio sta approfondendo la possibilità di utilizzo dell’aria alveolare nella diagnostica di alcune condizioni psico-patologiche (stress, neoplasie…).

Activities

Research facilities